Dal 12 gennaio Microsoft non fornirà più aggiornamenti di sicurezza e supporto tecnico per le versioni 8, 9 e 10 del suo vecchio browser Internet Explorer (IE), destinate dunque a morire. L’unica versione che resterà ufficialmente supportata è Internet Explorer 11. Per gli utenti Windows 7 esiste anche la possibilità di transitare gratuitamente a Windows 10 e provare Edge, il successore di IE concepito per il sistema operativo Windows 10. Chi decidesse di non aggiornarsi e mantenere una versione vecchia di Explorer, sarà esposto a gravi problematiche di sicurezza, senza più tutele. L’avvertimento agli utenti è stato fornito proprio con l’ultimo aggiornamento possibile del 12 gennaio, che includeva una notifica “End of Life”, in cui veniva chiesto agli utenti di passare alle versioni più recenti ed ancora supportate ufficialmente dalla società. Internet Explorer 9 sarà ancora supportato su Windows Vista e Windows Server 200, poiché queste versioni non supportano le iterazioni successive del browser. Per lo stesso motivo, Internet Explorer 10 sarà ancora supportato su Windows Server 2012. La Microsoft ha previsto inoltre programmi personalizzati per le aziende per transitare ai nuovi browser.