La fine di Windows XP

Come ormai tutti sanno, a partire dal prossimo 8 aprile la Microsoft cesserà di fornire supporto sul sistema operativo Windows XP. Dal momento che molti utenti ancora utilizzano questo sistema operativo ci soffermiamo per capire cosa significa esattamente questo passaggio e che conseguenze comporta per le aziende.

Il ciclo di vita di un prodotto software.
E’ utile chiarire il concetto di “ciclo di vita” di un prodotto software. Ogni prodotto software,  in particolare un sistema operativo, ha un ciclo di vita che inizia dal momento in cui viene distribuito sul mercato e termina dopo alcuni anni al momento in cui il produttore smette di fornirvi supporto perchè ha immesso sul mercato altre versioni successive. In questo momento ad esempio Microsoft ha immesso sul mercato, dopo Windows XP,  Windows Vista, Windows 7 ed ora Windows 8.

Il supporto fornito dal produttore.
Durante il suo ciclo di vita un sistema operativo riceve degli “aggiornamenti” che sono rilasciati via internet dal produttore ed installati sul computer in modalità più o meno automatica a seconda delle impostazioni scelte dall’utente, parliamo degli aggiornamenti annunciati dallo scudettino giallo che  compare ogni tanto nell’area di notifica del computer (vicino all’orologio). Il sistema operativo, come anche gran parte delle componenti hardware e software di un computer, è programmato per comunicare continuamente via internet con i server del produttore e verificare la presenza di aggiornamenti, in questo modo si crea un sistema in continua ed autonoma evoluzione.
Questi aggiornamenti sono “porzioni” di codice indispensabili per correggere eventuali errori o vulnerabilità emersi durante il ciclo di vita del software e per garantirne il corretto funzionamento nel tempo.

Windows XP è notoriamente il miglior prodotto riuscito a Microsoft, motivo per cui molti utenti e tra questi molti nostri clienti, fanno fatica ad abbandonarlo per sostituirlo con i suoi successori. Purtroppo al termine del ciclo di vita sarà indispensabile programmare questo avvicendamento. Come anticipato dall’8 di aprile 2014 Microsoft, dopo circa 12 anni dal suo lancio, smetterà di distribuire aggiornamenti per questo prodotto.

Pur evitando allarmismi eccessivi, è bene tenere presente che le prospettive per i computer che ancora adottano Windows XP sono di progressiva perdita di sicurezza e di funzionalità. Già dalle prossime settimane infatti, se non già avvenuto, potrebbe verificarsi:
– aumento delle probabilità contrarre virus,
– aumento delle probabilità di ospitare Trojan o altri programmi malevoli che svolgono  attività illecite sul computer, con danni sul computer stesso e spesso anche sulla rete
– progressiva incompatibilità con le periferiche come ad esempio nuove stampanti acquistate per l’ufficio, ma anche impossibilità ad acquistare nuovi computer perchè non sono più in commercio macchine con Windows XP o downgradabili a Windows XP
– progressiva incompatibilità con altri software adottati in quanto le loro versioni aggiornate non dialogano più correttamente con il “vecchio” sistema operativo.
Tutto questo genera sempre comunque costi aggiuntivi di assistenza e di improduttività data dal fermo delle macchine.

Come mitigare questi rischi?
Ai nostri clienti che adottano ancora Windows XP consigliamo di consultarsi con il proprio IT manager Algores e programmare insieme a lui, se non sia già stato fatto, un rinnovamento del parco macchine, assicurandosi comunque che vengano installati tutti gli ultimi aggiornamenti rilasciati da Microsoft prima della fatidica data di fine corsa di XP.

 

I commenti sono chiusi.

Questa pagina ti è stata utile? Dai un voto cliccando sulle stelline:

(2 voti, media: 5,00 su un totale di 5)
Loading...

 

Supporto PC

Hai bisogno di ricevere assistenza sul tuo PC? Un tecnico Algores si collegherà da remoto per fornire assistenza

How it works

Forniamo assistenza informatica di primo o secondo livello in modalità pay-per-use, senza costi fissi.

Check IT!

Fai un check alla tua infrastruttura IT, rispondi a 15 domande e verifica lo stato dell’informatica nella tua azienda