Web site, da “accessorio” a “fattore chiave”

Fino a pochi anni fa l’aggiornamento dei siti internet era affidato a soggetti in prima vocazione chiamati a fare altro come agenzie pubblicitarie o grafici, giornalisti, content manager, responsabili interni della comunicazione, i quali spesso lo facevano gratuitamente o affogandone i costi in progetti più ampi, con risultati altalenanti, incerti, spesso intempestivi o disorganizzati, proprio perchè considerato un servizio accessorio di poco conto.

Tuttavia negli ultimi anni, per effetto della spending review imposta dalla crisi e per la compressione dei tempi della comunicazione, il medium Internet è diventato uno strumento chiave della comunicazione aziendale e degli eventi. Infatti sempre più spesso il sito ha sostituito la carta stampata perchè più economico, più rapido e perchè non richiede distribuzione, non inquina in quanto non consuma carta né Co2.

Di conseguenza ultimamente sempre più aziende, e tra queste molti nostri clienti, stanno iniziando ad avvertire l’esigenza di un servizio qualificato, tempestivo sempre disponibile ed efficente per garantire una manutenzione costante e tempestiva della comunicazione web. Anche quando questo rappresenti un costo, a differenza del passato, ma purché sia un servizio professionale perchè il sito internet si è rivelato un fattore chiave del successo.

Come può essere organizzato questo lavoro? Che figure necessitano e con quali competenze? Per rispondere a queste domande mettiamo qui a disposizione alcuni numeri ricavati dall’analisi del lavoro svolto sui nostri clienti e proviamo ad analizzarli insieme per dedurre indicazioni utili per le aziende, nostre clienti ma anche prospect.

Nel primo semestre 2013 abbiamo soddisfatto ca 400 richieste di intervento su siti web erogando un totale di 380 ore servizio, per una media di poco meno di un ora ad intervento. Questi interventi hanno interessato un totale di ca 30 siti internet per una media di 2 ore /mese di lavoro su ogni sito.
Precisiamo che in questa analisi non ci sono attività di web marketing, di social media marketing e neppure di content editing ma semplicemente di manutenzione ed aggiornamento contenuti forniti dai clienti.

Come si evince chiaramente la componente di lavoro strettamente “tecnico” è di quantità minima, tuttavia richiede tempestività assoluta ed una vasta gamma di competenze che spaziano su tutte le tecnologie dall’html al flash, dal photoshop al java, incluso l’uso avanzato e la configurazione di CMS, ecc… per questo motivo è fortemente consigliata una modalità di outsourcing assicurandosi un partner tecnlogico che sappia garantire alti livelli di servizio ed una competenza tecnica a 360°.

C’è da considerare che all’interno dell’azienda sono comunque svolte le funzioni di gestione dei contenuti, che normalmente nelle piccole aziende fanno capo ad un addetto commerciale/marketing, direttamente al management o alla proprietà, tutte figure normalmente impegnate anche in altre funzioni che mal si combinano con i tempi e le competenze di gestione tecnica di un sito internet.

In sintesi l’organizzazione più adatta, da noi consigliata, è quella che mantenga all’interno dell’azienda le funzioni di gestione della comunicazione ottimizzando l’efficacia strategica e esternalizzi le funzioni tecniche di manutenzione ottimizzando la tempestività operativa.

Se hai commenti o vuoi maggiori informazioni parlane con noi commentando questo articolo o con il tuo IT manager Algores al suo prossimo intervento.

I commenti sono chiusi.

Questa pagina ti è stata utile? Dai un voto cliccando sulle stelline:

(1 voti, media: 5,00 su un totale di 5)
Loading...

 

Supporto PC

Hai bisogno di ricevere assistenza sul tuo PC? Un tecnico Algores si collegherà da remoto per fornire assistenza

How it works

Forniamo assistenza informatica di primo o secondo livello in modalità pay-per-use, senza costi fissi.

Check IT!

Fai un check alla tua infrastruttura IT, rispondi a 15 domande e verifica lo stato dell’informatica nella tua azienda